Lo stile Shabby Chic è la celebrazione del gusto per i dettagli, che tornano alla luce sotto strati di vernice. Si tratta spesso di mobili e accessori che non hanno perso nulla del loro fascino, nonostante i segni evidenti dell'uso.

Lo stile Shabby Chic è la celebrazione del gusto per i dettagli, che tornano alla luce sotto strati di vernice. Si tratta spesso di mobili e accessori che non hanno perso nulla del loro fascino, nonostante i segni evidenti dell’uso. Che sia un amato cimelio di famiglia o un piccolo oggetto scovato al mercato delle pulci, ogni pezzo ha una personalità unica. E la combinazione di tanti unicum crea un’atmosfera piena di intimità, nostalgia e classica eleganza.

Vintage ma con criterio: solo così è shabby

Il termine shabby, letteralmente trasandato, viene ingentilito e reso elegante, insomma chic. La filosofia di base è il riutilizzo di mobili e accessori vintage, cui viene data nuova vita. Attenzione però, nulla è lasciato al caso: c’è grande cura per i dettagli. Ma lo shabby non sarebbe chic senza un pizzico di polveroso glamour. A questo scopo, vengono disseminati qua e là con parsimonia accessori scintillanti che portano un tocco di eleganza retrò: un vaso d’argento, un cuscino di paillettes, cornici e specchi sontuosamente decorati. Tutto contribuisce a generare il glamour romantico e sognante, caratteristico di questo stile. Nell’arredamento shabby, la memoria è protagonista: perciò vale la pena scegliere componenti d’arredo ricchi di ricordi personali: un vecchio lampadario di cristallo appartenuto alla nonna, una cappelliera conservata in soffitta, una valigia di pelle con la sua patina e qualche graffio, oppure una nostalgica lampada col paralume, retaggio familiare.

Sedia Bontempi Casa in stile Shabby Chic
Bontempi Casa: Sedia in stile Shabby Chic

Cosa caratterizza lo stile shabby

Lo stile shabby permette di arredare l’intera casa con eleganza e freschezza. Questo genere d’arredo si rifà alla moda tipica dell’Inghilterra dove le case, sia di campagna che cittadine, venivano abbellite con tessuti naturali, candidi e romantici. Il risultato è sempre raffinato e ricercato, trasmette rilassatezza, nonché purezza e autenticità. Tra i vantaggi, il fatto che bastino solo pochi piccoli complementi decorativi per conferire all’ambiente l’atmosfera shabby: ad esempio in cucina, anche in una stanza moderna e magari giocata sui toni del grigio, basteranno le giuste ceramiche. Tazze, scodelle, ciotole dai colori pastello, lavorate in stile romantico.

Gli errori da evitare sono semplici da riassumere: no ai colori accesi. Mantenere una certa coerenza, non accostare decori troppo diversi tra loro, l’esagerazione può portare a derive kitsch. E soprattutto non confondere lo shabby con lo stile provenzale: nell’arredo provenzale, i mobili non sono vecchi e i colori richiamano i campi di lavanda, il glicine. Inoltre si utilizza tanto il ferro battuto.

Stile shabby: colori, materiali, interno, esterno

Il fascino dei colori sbiaditi. I colori già da sé riescono a trasmettere un’idea di calore. In questo caso, sono i polverosi colori pastello a dettare il mood. Rosa, turchese, celeste oppure viola tenue e giallo sono presenti su accessori e mobili con una superficie opaca e si ritrovano anche sui prodotti tessili, per formare disegni da sogno. Le tonalità pastello opache danno l’impressione di superfici un tempo lucide, che si sono sbiadite in seguito all’usura e al passare degli anni. Allo stesso tempo, però, sottolineano anche l’eleganza dei legni utilizzati e fanno rivivere i ricordi dei tempi passati.

Tessuti di pregio e motivi floreali. Chi desidera un arredamento in stile shabby chic, può sbizzarrirsi con materiali e fantasie. Basta lasciare ricadere il velluto sontuosamente, sfruttare l’effetto del pizzo delicato e della seta lucente, oppure fare sì che il lino e la mussola di cotone mostrino il loro aspetto caratteristico, acquisito con gli anni. Questi tessuti di alta qualità amano particolarmente rivestirsi con fantasie ricche di storia. Non è certo un caso se le varianti più belle dei disegni cachemire o dei sontuosi motivi toile de jouy all’epoca facevano furore. Si possono creare accostamenti eleganti anche con motivi provenienti dai regni della fauna e della flora e non importa se per farlo si utilizzi un plaid, un cuscino o delle tendine.

Shabby Chic anche in giardino e terrazza. Nel giardino o sulla terrazza shabby chic, ci sono innumerevoli possibilità di evocare il fascino dei tempi passati con singoli oggetti trovati qua e là. Un tavolo per piante in legno massello, posto vicino alla parete esterna sprigiona tutto il suo fascino nostalgico. I mobili in legno di teak, col loro aspetto vissuto invitano a godersi la terrazza. La gamma di accessori spazia da tralicci in ferro battuto fino a portacandele dalla forma di antiche lanterne, così da decorare il giardino con un criterio estetico omogeneo al design degli interni.