3 Ottobre 2019

Se i mobili e complementi d’arredo Bontempi Casa si prestano anche all’arredamento peculiare di uno studio d’arte, è grazie alla loro forte personalità.

La luce bianca del mattino filtra dalle grandi finestre. Una è aperta, e l’aria fresca del primo autunno smuove le tende color sabbia.

L’artista si è appisolato sulla poltrona in pelle, di fianco alla tela realizzata qualche anno fa per una mostra temporanea. Ieri ha dipinto fino a tarda notte, e poi si è addormentato fra i suoi pennelli. Sul tavolino a due ripiani rotondi ci sono ancora un quaderno con degli schizzi a carboncino, e una tazza di caffè nero – freddo, ormai. Sul pavimento ha lasciato alcuni fogli di carta porosa con le prove di colore di un nuovo disegno al quale sta lavorando. Nella stanza c’è solo il rumore del ticchettio del grande orologio vintage appeso al muro – l’artista vi è molto affezionato, lo ha acquistato in un market d’antiquariato berlinese. Del resto, quell’atelier rappresenta tutto il suo mondo.

 width=

 /></a></p>
<p><em>Poltrona Long Island, scocca con inserto metallico imbottita in poliuretano flessibile e rivestita in Pelle Premium; tavolino Planet in acciaio laccato con piani in SuperMarmo.</em></p>
<p>Sul <strong>grande tavolo in legno naturale</strong> riposano un paio di acquerelli – il colore è ancora fresco. E vicino alla parete è appoggiato uno <strong>sgabello</strong>, quello che il decoratore preferisce per dipingere sulle tele con il cavalletto. Lui e quello sgabello sono inseparabili, sin dal primo giorno che fece capolino nel suo studio. Da allora lo usa tutti i giorni per disegnare, come se senza quella seduta non potesse esprimere la sua arte. Poi lo ripone con cura vicino al tavolo, e lo sgabello sembra attendere il suo artista fino al giorno seguente, con pazienza.</p>
<p><img decoding=

Sgabello Mood, con struttura in acciaio laccato, gambe a sezione triangolare e scocca in polipropilene

Domani l’artista avrà un incontro importante con un committente di una galleria d’arte di Parigi: per lui dovrà realizzare alcuni quadri con tecniche pittoriche diverse. È proprio sulla piccola consolle in entrata che tiene i documenti, le prove, i libri d’illustrazione a cui ha fatto riferimento, i tubetti di tempere e le chine colate. Fra uno scaffale e l’altro, spiccano anche oggetti che raccontano i suoi ricordi: vasi, macchine fotografiche, vecchie polaroid e un mazzo di chiavi. A terra, i suoi stivali da pioggia: un vero artista dipinge in ogni condizione climatica, anche all’aperto.

 width=

Consolle Hip Hop, struttura in acciaio laccato e piano in cristallo antigraffio.

Sono le 8.00 e l’artista apre gli occhi. Si stiracchia e srotola dalla cintura il marsupio con tutti i pennelli. Sono rimasti pochi pittori come lui, nessuno dipinge più a mano, come si faceva una volta. Ma lui, con la sua barba rossa e gli occhiali spessi, è felice nel suo piccolo studio: lì può essere sé stesso, fra i mobili che hanno fatto la storia della sua vita, e i suoi colori.

Accende la luce della grande lampada con il paralume in tessuto che con il suo braccio allungabile riesce a illuminare tutta la superficie del tavolo. Il foglio bianco e immacolato sembra guardarlo, e non viceversa. “Ah, che cosa meravigliosa l’arte!” –  l’artista comincia a riempire il foglio con del blu di persia, steso con un pennello a setole larghe. E la sua visione inizia a prendere forma, mentre l’atelier sembra diventare esso stesso un quadro, con lo sgabello appoggiato al muro, il vecchio orologio sulla parete, la tenda che svolazza leggera, e il pittore chino sulla tela.

 width=

Lampada da terra Cloe, composta da base e asta in acciaio laccato e braccio orientabile in alluminio laccato regolabile; paralume in tessuto.

 

Scopri di più
Bontempi Casa Visita il flagship
Bontempi Casa

Via Filippo Turati, 6 Milano

Email: [email protected]

Tel : +39 0238261659